C’è sempre una soluzione. E se lo snodo della questione risponde anche a un’esigenza estetica, tanto meglio. Stiamo parlando dell’organizzazione dei tavoli del matrimonio che, in questo periodo particolarmente complicato, richiede precise distanze. Ma come si può garantire la sicurezza senza perdere il fascino e la magia di questo grande giorno? Lo abbiamo chiesto a Gloria Guerinoni dell’agenzia Fall in Love Wedding Planner che ha progettato un’esclusiva soluzione che ha riscosso interesse tra numerosi futuri sposi.

“In questo periodo tutto sembra volerci dire “Questo matrimonio non s’ha da fare” e infatti nel 2020 i matrimoni si sono fermati. È per questo che abbiamo cercato uno spiraglio e francamente lo abbiamo trovato. Si trattava di garantire il distanziamento pur essendo tutti insieme a festeggiare. Sembra una contraddizione e non lo è: in osservanza alle regole che riguardano i ristoranti (in zona gialla) ci si può sedere al tavolo a gruppi di quattro persone. E allora abbiamo inventato un form così concepito: tante isole costituite da pedane rotonde con un cordone-ringhiera che le delimita, luci e piante per abbellirle, cosparse in un prato a fronte di una casa, di un castello, del mare. Gli sposi sulla loro pedana ancora più bella, perchè no schermi, spettacolo, microfoni, a comporre una scenografia forse ancora più suggestiva e foriera di comunicazione fra gli ospiti, che nel pranzo di matrimonio tradizionale”. Pedane, quindi, che a tutti gli effetti sembrano isole dove raccogliere amici o parenti, seguendo delle logiche ben precise, senza dover così rinunciare agli affetti più cari.

“Verosimilmente gli eventi ripartiranno ma per tutto il 2021 ci vorranno cautele. Secondo noi non tutto il male vien per nuocere. Così come  è invalso il costume di curare passo passo la composizione del proprio abito da sposa online fino alla prova, l’evento a isole sta diventando un trend che immaginiamo perduri anche dopo questa fase di ipergiustificata cautela. Il tutto avvolto dalla musica, i discorsi tornano in auge da parte degli sposi e non solo, il tableau mariage la fa da padrone, senza nulla togliere alla coralità e all’atmosfera del matrimonio. Siamo fieri di questo form che abbiamo intitolato “Sposarsi quest’anno si può”. Stilisti e Wedding Planner rispondono così alle spose che premono per sentirsi Lucia anche quest’anno senza subire la censura del bravo”.

Illustrazione di Marco Amerigo Latagliata

Articoli Correlati