Uno degli accessori più importanti del matrimonio è proprio il bouquet della sposa. Oltre ad esprimere lo stile del bridal look racchiude un importante significato che nella storia è cambiato a seconda delle mode e delle culture.

Nella gallery troverete una selezione di alcuni bouquet da sposa visti su Pinterest, mentre qui sotto qualche nozione da leggere, per scoprire i diversi significati. Perché non è un’usanza dei moderni tempi, ma di quelli più antichi…

Il bouquet appartiene sin da subito alla cerimonia nuziale, come segno di buon auspicio. Si pensava che fosse un dono degli Dei per tenere lontani i cattivi spiriti dalla coppia. Ma non solo: la scelta era per di più “botanica”, perché le piante presenti dovevano avere un potere afrodisiaco.

Tutto cambia nel periodo del Medioevo: inizialmente si fanno bouquet di fiori di giglio e di asfodeli, l’uno simbolo della purezza l’altro della fine della vita nubile. È solo dopo l’anno 1000 che il matrimonio diventa un’occasione di festa: ecco che il bouquet diventa un accessorio di decorazione che rappresenta il tema pre-scelto.

Quest’ultima concezione, se ci pensiamo bene, è legata alla contemporaneità, solo che oggi si tende a dare importanza alla scelta di ogni fiore e ai suoi significati: il bouquet diventa così un messaggio segreto che gli amanti devono decifrare. Non è un caso, che la tradizione vuole che sia proprio lo sposo a regalarlo alla sua futura sposa, segno di ultimo conteggiamento prima del “sì”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *