L’abito da sposa scivolato è uno dei modelli preferiti dalle spose che cercano un look femminile ed elegante per avere uno stile fiabesco senza ricorrere al più classico e sfarzoso abito principessa.
Vediamo le caratteristiche dell’abito da sposa scivolato, a quale silhouette dona di più e le varianti più ricercate per questo modello.

Le caratteristiche dell’abito da sposa scivolato

L’abito scivolato ha una linea molto semplice ma allo stesso tempo molto scenica: aderente nella parte superiore e si allarga in una gonna a ruota o semi ruota molto larga e vaporosa.
L’altezza di partenza della gonna dà forma a due diversi modelli di abito:

  • sirena: quando la gonna si apre all’altezza del ginocchio;
  • stile impero: quando la gonna inizia ad aprirsi da sotto il seno.

In passato l’abito da sposa scivolato era realizzato principalmente in seta, per far risaltare maggiormente il movimento del tessuto e della gonna.
Oggi, invece, si utilizzano tessuti spesso arricchiti da pizzi e ricami per rendere l’abito ancora più sofisticato ed elegante.
Il look di un abito scivolato è per una sposa che vuole esprimere eleganza, femminilità e sofisticatezza, mettendo in risalto le curve del corpo per una silhouette sensuale.

Scopri la selezione di abiti da sposa scivolati di Valentini Spose

Abito da sposa scivolato: a chi sta bene

L’abito da sposa scivolato è molto fasciante sulla parte alta del corpo, per questo viene consigliato a chi ha un fisico più longilineo. Un abito da sposa scivolato nella sua versione più classica è quindi consigliato per donne alte, dalla silhouette proporzionata.

Con qualche accorgimento anche le spose più basse potranno indossarlo senza penalizzare la propria figura.

Scopri l’abito da sposa scivolato Carolyn di Valentini Spose

 

L’abito scivolato per le spose basse

L’abito scivolato per le spose più basse deve avere delle caratteristiche ben precise per mantenere la proporzione tra tronco e gambe, aiutando a slanciare la figura.
Uno dei consigli è quello di optare per una gonna leggermente svasata e tagliata al di sopra del ginocchio per evitare di sbilanciare le proporzioni e far sembrare la figura ancora più bassa.
Per quanto riguarda la scollatura il consiglio è quello di optare per uno scollo all’americana o per una variante che copra leggermente le spalle, in modo da slanciare maggiormente la parte alta.

L’abito scivolato per le spose non longilinee

La sposa che ha un punto vita alto può optare per un abito scivolato con tagli verticali per slanciare la figura.
I tagli verticali evitano di comprimere le forme e aiutano ad armonizzare complessivamente la figura, allargandosi nei punti giusti e stringendosi laddove si desideri sottolineare le curve.
La svasatura della gonna va valutata al momento della prova dell’abito per creare la giusta ampiezza che sia proporzionale ai fianchi e alla statura della sposa.

Scopri l’abito da sposa scivolato Ivonne di Valentini Spose

 

Abito da sposa stile scivolato: quale tessuto scegliere

Lo stile dell’abito da sposa scivolato può variare molto: dal classico modello in seta al corpetto ricamato o ricoperto di pizzo, con la presenza di fiocchi, punti luce o fiori decorativi.
Scegliere un tessuto in seta mette in risalto la preziosità e l’eleganza dell’abito, qui possono essere anche inseriti dei pizzi o dei ricami per dare all’abito maggiore sensualità.
Tra i tessuti più utilizzati per l’abito scivolato ci sono anche il georgette, il raso, il satin e lo chiffon, tutti tessuti leggeri e vaporosi che sono perfetti per restituire un’aria eterea e sognante.
Una soluzione spesso scelta dalle spose è quello di optare per due tessuti differenti: ad esempio il duchesse per la parte alta, tessuto morbido con effetto raso, e l’organza di seta per una gonna vaporosa e soffice.

Scopri l’abito da sposa scivolato Ines di Valentini Spose

Articoli Correlati

Trova l’abito da sposa dei tuoi sogni

Valentini Spose realizza abiti sartoriali e Made in Italy. Dallo stile più innovativo a quello più classico e iconico, troverai l’abito perfetto per te.