La tradizione popolare si divide sul fatto se sia giusto oppure no indossare le perle il giorno del matrimonio. 

Il loro significato è forte, significa “lacrime”, quindi la superstizione le sconsiglia, possono essere un elemento alquanto negativo.

Ma non tutti sono d’accordo sul tema: c’è chi preferisce abbracciare la simbologia moda. Le perle, infatti, sono sinonimo di grazia ed eleganza, perché uno dei doni più belli e preziosi della natura.

Inoltre, in alcune famiglie c’è proprio il rito di tramandare di madre in figlia il girocollo di perle: un regalo di indiscutibile pregio da sfoggiare con orgoglio il giorno delle nozze. Ed è in questo caso che si rimane fedeli al detto di dover indossare “qualcosa di vecchio”.

Non bisogna dimenticare, per di più, che nella tradizione greco-romana Venere, dea dell’Amore, Bellezza e Fertilità, nasce da una conchiglia, adorna di meravigliose perle.

Come e quale gioiello con le perle scegliere?

Se siete per il “sì”, il nostro consiglio è quello di non eccedere mai: le parure sono quindi sconsigliate, potete invece optare su un unico gioiello di perle per dare un tocco di luce ed eleganza all’outfit da sposa.

Se avete un abito accollato, scegliete degli orecchini a lobo, mentre se si apre a girocollo o a cuore, qui potete esibire il collier di famiglia.

Nel dubbio indossate un bracciale importante: sta bene con quasi tutte le maniche, dalle spalline sottili a quelle lunghe, per portarlo come Coco Chanel (direttamente sui polsi del capo).

Per chi non sa resistere al fascino delle perle, queste possono essere applicate tra i capelli, per un’acconciatura stile Sissi.

Ringraziamo la nostra sposa che ci ha inviato lo scatto fotografico che trovate in copertina #yesIdoValentini

 

Leggete anche:

Accessori sposa 2020: il ritorno del cappello

 

 

Articoli Correlati